Articoli taggati ‘OIM’

Lavoro Migrante

puzzle

 

ROVIGO, 23.02.2018. Giornata di studio sull’inclusione lavorativa dei migranti, organizzata da OIM, CGIL Rovigo, Fondazione Leone Moressa, Ministero del Lavoro e Politiche Sociali nell’ambito del progetto Skills2Work, co-finanziato dal Programma AMIF della Commissione Europea. Scarica la cartolina/invito. Scarica il programma. Per richiedere informazioni o per confermare la partecipazione, scrivere a Dario Pitacco: nidil.rovigo@veneto.cgil.it 

Integrazione dei migranti – Evento OIM

puzzle

 

In programma il 21 e 22 Settembre a Napoli l’evento italiano del progetto Skills2Work, promosso da OIM e finanziato con fondi Fami. Saranno presentate buone pratiche e strategie per l’inclusione socio-lavorativa dei migranti. Scarica il programma

Proposte dell’OIM per l’Italia

logo_portal_OIM

 

Semplificare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, contrastare lo sfruttamento e facilitare il rimpatrio volontario per i disoccupati.

Sono queste, secondo l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, le priorità dell’Italia in tema di immigrazione.

 “Il rapporto tra migrazione e lavoro” afferma José Angel Oropeza, Direttore dell’Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo dell’OIM, “è da sempre un tema molto delicato, che, come dimostra il Referendum tenutosi in Svizzera qualche giorno fa, può portare all’adozione di politiche di chiusura, per mantenere lo status quo e tentare di fermare il fenomeno migratorio o – come da anni sostiene l’OIM -  può essere affrontato adottando politiche di apertura, che riconoscano  il ruolo delle migrazioni come parte integrante dell’economia mondiale e i migranti come componenti essenziali per la piena ripresa dalla crisi economica contemporanea.”

Stranieri a NordEst: un valore economico per la società

Le 100mila imprese condotte da stranieri producono il 6,4% del Pil

Comunicato del 02 aprile 2012

Gli stranieri rappresentano una risorsa per il territorio del NordEst: le quasi 100mila imprese condotte da stranieri producono il 6,4% del Pil del territorio, specie nel settore delle costruzioni dove il peso dell’attività immigrata è del 18,4%. Nel NordEst si contano complessivamente 581mila occupati (l’11,6% del totale degli occupati) e 70mila disoccupati (il 28,1% del totale dei disoccupati), evidenziando tassi di disoccupazione del 10,7%, più elevati in Friuli V.G. (13,7%) e in Emilia Romagna (11,2%). I dipendenti stranieri hanno una retribuzione mensile inferiore di 255 € rispetto ai colleghi italiani e oltre il 40% delle famiglie straniere vive al di sotto della soglia di povertà.