Articoli taggati ‘lavoro’

Integrazione Rom, arrivano i fondi UE

flm-europaMentre in Italia la questione Rom è affrontata in condizione di emergenza costante, la Commissione europea mette a disposizione fondi per una gestione complessiva e organica della questione, all’interno della Strategia Nazionale di Integrazione. Tra i punti centrali della strategia ci sono Istruzione e Lavoro, oggetto del progetto PAL. Leggi l’articolo su Sbilanciamoci.info

Tagli Irpef: il 15% agli stranieri

DICHIARAZIONE DEI REDDITI

 

 

Dei 10 miliardi destinati al taglio dell’Irpef, 1,5 andrà a contribuenti stranieri

Degli 11 milioni di lavoratori dipendenti che beneficeranno del taglio dell’Irpef, secondo le stime della Fondazione Leone Moressa, 1,7 milioni sono stranieri. Si tratta di lavoratori dipendenti che percepiscono meno di 25 mila euro l’anno, senza considerare gli incapienti. Pertanto, dei 10 miliardi di euro previsti dalla manovra, il 15,4% sarà destinato a contribuenti stranieri.

Secondo i dati delle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche del 2012 (anno d’imposta 2011, ultimo disponibile), i contribuenti stranieri in Italia sono 3,4 milioni e dichiarano complessivamente redditi per 43,6 miliardi di euro. Rappresentano l’8,3% dei contribuenti totali e certificano il 5,4% dell’intera ricchezza prodotta. Mediamente, gli stranieri hanno dichiarato, nel 2012, 12.880 € a testa, ovvero 6.780 € in meno dei contribuenti nati in Italia.

Rapporto annuale sul mercato del lavoro degli immigrati

 

 

occupato straniero

 

Presentato il Terzo Rapporto annuale sul mercato del lavoro degli immigrati

Il Rapporto, giunto alla sua terza edizione e curato dalla Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, mira a fornire un’accurata analisi dell’impatto dell’immigrazione sul mercato del lavoro italiano, corredata da stime previsionali utili a indicare la possibile evoluzione della domanda e dell’offerta di lavoro per i lavoratori stranieri in Italia, al fine di pervenire a più precise valutazioni dell’effettivo fabbisogno del mercato del lavoro italiano, all’interno del quale si contano attualmente circa 2 Semenax milioni e 334 mila lavoratori stranieri occupati.

Crisi economica ed aumento della discriminazione sul lavoro. Lo studio dell’ ILO

Comunicato del 17 maggio 2011

Il nuovo rapporto sull’ “uguaglianza nel lavoro, una sfida continua” presentato dall’Ufficio Internazionale del Lavoro ILO denuncia l’acuirsi del fenomeno discriminatorio nell’ambito lavorativo come causa diretta della crisi economica mondiale scatenatasi negli ultimi anni.

Le categorie maggiormente colpite da tale disuguaglianza sono donne, disabili e migranti; il razzismo infatti costituisce una delle principali cause di discriminazione nell’accesso all’impiego e nella disparità dei salari soprattutto nei confronti  dei migranti asiatici, africani e delle donne straniere.

L’Ilo accusa i Paesi mondiali di non occuparsi di questo problema sociale, ma al contrario di investire le risorse solo per arginare i danni economici della crisi; sarebbe infatti auspicabile combinare alle politiche di crescita economica, interventi mirati per l’occupazione e per la tutela dei diritti dei lavoratori.

Per maggiori informazioni si consiglia di scaricare

Sintesi del rapporto in italianohttp://www.ilo.org/wcmsp5/groups/public/@europe/@ro-geneva/@ilo-rome/documents/publication/wcms_155373.pdf

Rapporto completo in inglesehttp://www.ilo.org/wcmsp5/groups/public/—ed_norm/—relconf/documents/meetingdocument/wcms_154779.pdf