Migrazioni e dinamiche demografiche

demograf

L’invecchiamento della popolazione e l’emigrazione verso l’estero (soprattutto dei giovani) rischiano di “spopolare” le città italiane. La Fondazione Leone Moressa ha analizzato le dinamiche demografiche degli ultimi dieci anni (2007-2016) a livello provinciale. La situazione più critica al Sud e nelle Isole. A mitigare questa situazione sono gli immigrati, che mantengono il saldo migratorio positivo (soprattutto grazie ai ricongiungimenti familiari) e fanno più figli. Leggi l’articolo di Vladimiro Polchi su Repubblica.it

 

 

Non solo profughi: l’economia degli immigrati

pensioni-quota-100-mini-pensioni-riforma-clausole-toyota-leader-mondiale-riforma-amministratori-ultime-oggi-mercoled

 

La polemica sull’accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati, indicata comunemente come “emergenza immigrazione”, rischia di far dimenticare il reale impatto dell’immigrazione in Italia: 5 milioni di regolari contro 175 mila “profughi” presenti nelle strutture a fine 2016. Inoltre, il saldo tra il gettito fiscale e contributivo versato dagli immigrati in Italia e la spesa pubblica destinata all’immigrazione risulta ampiamente positivo. Leggi l’articolo completo su LaVoce.info

 

Il valore aggiunto dei lavoratori immigrati

giovani17

 

Convegno in programma il 28.01.2017 a Bologna, organizzato da CISL Emilia Romagna e Anolf.

Scarica il programma

Famiglie e lavoro domestico

badanti

 

Nel 2015 presso le famiglie italiane sono assunti in regola 886.125 lavoratori domestici (57,6% Colf, 42,4% Badanti). Dal 2007 il numero complessivo è cresciuto mediamente del 42%. Considerando il progressivo invecchiamento della popolazione, si prevede che nel 2030 il fabbisogno di badanti aumenterà del 25,2% rispetto al 2016

Lo studio, realizzato dalla Fondazione Leone Moressa con DOMINA (Associazione Nazionale Famiglie Datori di Lavoro Domestico, firmataria del CCNL sulla disciplina del lavoro domestico), ha l’obiettivo di mettere in evidenza il ruolo del lavoro domestico in Italia, dal punto di vista delle famiglie italiane, sottolineandone l’impatto sociale e quantificando il valore economico generato.

Visita il sito di DOMINA. Scarica l’infografica. Leggi la Rassegna stampa