Italia ultima in Ue per gli aiuti allo sviluppo

Comunicato del 27 maggio 2011

Secondo l’ultimo Rapporto Annuale del Consiglio Ue sull’aiuto allo sviluppo dei paesi del Terzo Mondo l’Italia si trova all’ultimo posto in termini erogazione dei fondi in rapporto al suo Pil. Nel 2010 sono stati elargiti dal nostro Paese 2,3miliardi di euro, pari allo 0,15% del Pil, quando l’obiettivo prefissato era una cifra di 7,7 miliardi cioè lo 0,51% del Pil.

Se si considerano gli altri Paesi con gli stessi target italiani, la Francia ha destinato lo 0,5% del Pil, la Germania lo 0,38%, la Spagna lo 0,43% e il Portogallo lo 0,29%.

Per colpa dell’Italia gli obiettivi europei sono stati pregiudicati per il 37%, arrivando a destinare appena lo 0,43% del Pil europeo contro un target prefissato dello 0,56%. Per il 2015 il Consiglio prevede per l’Italia un nuovo target stabilito nello 0,7% del Pil, pari a 11,9 miliardi di €.

Il Rapporto Annuale del Consiglio Ue può essere scaricato qui: http://www.consilium.europa.eu/uedocs/cms_data/docs/pressdata/EN/foraff/122163.pdf