Economia dell'Immigrazione

Gli imprenditori stranieri in Italia

images

 

Nel 2014 oltre 630 mila imprenditori nati all’estero, dato in crescita nonostante la crisi.

Confermando il valore dell’imprenditoria straniera nel sistema produttivo italiano, la FONDAZIONE LEONE MORESSA ha analizzato i dati relativi agli imprenditori nati all’estero registrati presso il sistema delle Camere di Commercio. Dall’analisi emerge il peso crescente di questa componente, giunta nel 2014 a quota 630 mila unità, pari all’8,3% degli imprenditori totali. Nell’ultimo anno, in particolare, il numero di imprenditori nati all’estero è aumentato del 3,8%. Ancora più significativo il dato relativo alla variazione % del numero di imprenditori negli ultimi 5 anni: mentre gli imprenditori nati in Italia sono diminuiti del 6,9%, i nati all’estero fanno registrare un aumento del 21,3%.

La crescita dell’imprenditoria straniera in Italia è confermata dai dati sulla variazione % nell’ultimo anno. Mediamente, nel 2014 il numero di imprenditori nati all’estero è aumentato del 3,8% rispetto al 2013. Sono da segnalare tuttavia alcuni picchi significativi. A livello territoriale, la regione con la crescita più intensa è la Campania (+8,6%), seguita da Lazio (+7,9%) e Calabria (+5,5%).
Per quanto riguarda le nazionalità, il Bangladesh ha registrato una crescita del 19,2%, che conferma il trend registrato negli ultimi anni. Anche Senegal (+7,3%) ed Egitto (+6,2%) registrano aumenti significativi nell’ultimo anno.
Più omogenea la situazione per quanto riguarda i settori produttivi, in cui le variazioni non si discostano molto dalla media complessiva. Il settore con il più forte aumento è quello dei servizi alle persone (+6,5%).

Leggi l’articolo del 12 marzo 2015 di Vladimiro Polchi su La Repubblica

INFORMATION

DONA IL 5X1000

RESTA IN CONTATTO