Economia dell'Immigrazione

L’impatto dell’immigrazione a livello nazionale e locale

disegno immagine

 

Lo studio su costi e benefici dell’immigrazione pubblicato su Neodemos.

Mettendo sul piatto della bilancia tasse e contributi degli stranieri in Italia con la spesa pubblica per l’immigrazione, la Fondazione Leone Moressa ha stimato un saldo attivo di 3,9 miliardi di euro.

Tuttavia, la percezione dell’opinione pubblica sui costi indotti nel welfare dalla presenza straniera è negativa, come è quasi sempre stata nella storia delle migrazioni, e non solo in Italia. La percezione dei costi dell’immigrazione dipende, oltre che da abili campagne di propaganda politica e da episodi di abusi, anche dalle caratteristiche specifiche delle entrate e delle uscite. Mentre il gettito fiscale e quello contributivo (con l’eccezione dell’Irpef regionale e comunale) si indirizzano a Roma, divenendo quindi formalmente meno “visibili”, la spesa per il welfare e i costi sociali dell’integrazione sono sostenuti principalmente a livello locale.

Per poter comprendere meglio il rapporto tra costi e benefici, è stato stimato l’impatto delle diverse voci a livello regionale, calcolato in proporzione con il numero di occupati stranieri a livello territoriale.

Leggi gli articoli su Neodemos del 26.11.2014 e del 03.12.2014.

INFORMATION

DONA IL 5X1000

RESTA IN CONTATTO