Musulmani in Veneto

CORANO

Stima della presenza di stranieri di religione musulmana in Veneto

Il numero di Musulmani in Italia è incerto. Secondo una stima del Dossier Statistico Immigrazione IDOS, la popolazione straniera musulmana residente in Italia nel 2011 ammonta a circa 1,5 milioni, pari al 32,9% (UNAR, Immigrazione Dossier Statistico. Roma, 2013) della popolazione straniera complessiva.

Riportando questo valore anche a livello regionale, la FONDAZIONE LEONE MORESSA ha stimato che gli stranieri musulmani residenti in Veneto potrebbero essere 166 mila.

Basandosi sul presupposto che gli immigrati provenienti da un determinato paese ne rispecchino anche la ripartizione per gruppi religiosi, si può stimare la presenza di Musulmani in Veneto per nazionalità. Oltre un terzo (57 mila) proviene dal Marocco. Le altre nazionalità più rappresentate sono Albania (24 mila) e Bangladesh (16 mila).

Scarica la tabella in pdf

 

Fondazione Leone Moressa su TV7 Triveneta

telecomando

 

Mercoledì 25 giugno 2014 alle ore 13,00

I ricercatori della Fondazione Leone Moressa saranno ospiti della trasmissione “Tv7 con voi”, condotta da Elena Cognito. Un’ora di diretta per approfondire i temi legati all’immigrazione in Italia: la popolazione straniera residente, le dinamiche legate al mondo del lavoro, l’emergenza sbarchi.

Gli stranieri nei comuni italiani

images

 

 

 A Baranzate (MI) il 30% della popolazione è straniero 

 

Al 31 Dicembre 2013 la popolazione straniera in Italia rappresenta l’8,1% della popolazione nazionale, superando il 20% in diversi comuni (specialmente del Nord). E’ quanto emerge dallo studio della Fondazione Leone Moressa, che ha analizzato i dati del bilancio demografico dell’Istat al 31 Dicembre 2013. Dallo studio emerge il cambiamento delle dinamiche migratorie in Italia: diminuiscono gli ingressi e aumentano i trasferimenti all’estero (non solo degli Italiani, ma anche degli stranieri che rientrano in patria o si spostano in altri paesi). Aumentano, parallelamente, anche le acquisizioni di cittadinanza italiana: 100 mila solo nell’ultimo anno.

Giornata Mondiale del Rifugiato

unhcr

 

 

20 Giugno 2014. Giornata Mondiale del Rifugiato

 

Si celebra venerdì 20 giugno la Giornata Mondiale del Rifugiato, istituita nel 2001 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di questa particolare categoria di migranti, costretti a fuggire da guerre e violenze, lasciano il proprio Paese.

L’instabilità politica di molti paesi del Mediterraneo meridionale e i conflitti in molte zone dell’Africa continuano ad alimentare il flusso di profughi verso l’Europa: nel 2013 le richieste di asilo nell’Unione Europea sono state 435 mila, il doppio rispetto al 2008. Di queste, il 6% (pari a 28 mila richieste) è avvenuto in Italia.

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), con l’istituzione della giornata del 20 giugno, vuole invitare il pubblico ad una riflessione sui milioni di rifugiati e richiedenti asilo.